La Ricarica Condominiale

La situazione attuale

Nei condomini esitenti l’ energia elettrica nei Box Auto e’ generalmente fornita da un unico  contatore comune, spesso monofase di potenza inferiore ai 10kW.

Le auto ibride e elettriche sono ormai una realta’ in crescita continua. 

I condomini avranno bisogno di ricaricare le auto principalmente nelle ore notturne e vorranno completare la ricarica in un tempo massimo di 10 ore.

Considerando una capacita’ media delle batterie di un’auto di 40kw/h e considerando  inoltre di voler ricaricare in una notte 30kW, in quanto l’auto non sara’ mai completamente scarica, la potenza minima necessaria in ogni box sara’ di 3kW/h.

L’installazione di contatori indipendenti in ogni box risulta complessa dal punto di vista realizzativo e onerosa dal punto di vista economico.

Gli amminiatratori saranno percio’ costretti ad ammodernare l’intero impianto elettrico delle autorimesse. In particolare dovranno aumentare drasticamente la potenza del contatore comune e passare ad una tensione trifase, sostituire tutti i cavi e dotare tutti i box delle opportune protezioni differenziali e magnetotermiche.

Una particolare attenzione va posta agli impianti di terra che devono essere in perfetta efficienza.

Il tutto dovra’ essere fatto a regola d’arte innazitutto per la sicurezza degli utenti e per soddisfare  i requisiti di legge per gli impianti elettrici e per la prevenzione degli incendi.

La soluzione
Utilizzare wallbox trifase Ev.tre, collegate tra loro con un bus dati per effettuare una distribuzione automatica dell’energia disponile in funzione del numero di auto collegate
Le wallbox Ev.tre trifase sono versatili e possono facilmente essere programmate per lavorare anche in monofase nel caso in cui, in una situazione transitoria, il condominio non sia pronto con la tensione triafase

Le stazioni di ricarica saranno ubicate nei singoli box auto e collegate  ad un unico contatore condominiale di opportuna potenza.

La potenza disponibile al contatore verra’ suddivisa in modo equo tra tutte le auto in carica i.

Grazie a questo sistema di controllo dinamico della potenza erogata non sara’ mai possibile superare la potenza massima disponibile al contatore. Sara’ inoltre possibile ottimizzare i tempi di carica in quanto le wallbox potranno erogare una potenza variabile da 1 a 22kW in funzione di quella al momento disponibile.

Ogni condomino avrà una tessera RFID nominativa per attivare la carica ed i relativi costi verranno  ripartiti in funzione dei consumi.

Ogni condomino potra’ verificare i consumi e i relativi costi sul portale www.evlog.it

La contabilizzazione dei consumi

La contabilizzazione dei consumi avviene attraverso il portale www.evlog.it che registra tutte le ricariche e le associa ad ogni condomino.

e gli amministratopri condominiali saranno costretti ad aggiornare gli impianti elettrici delle autorimesse.

I dati sono inviati a cadenza programmata all’amministratore del condominio che li addebiterà ai vari utilizzatori.

 

Ev.pole puo’ essere equipaggiata con una o due unita’ di ricarica monofase o trifase, con potenza 6 o 22 kW., attivabili in modo indipendente mediante scheda RFID.

Ev.tre ha una sola presa di ricarica con potenza 6 o 18kW.